Ferro da stiro

Se si usa acqua del rubinetto, magari calcarea, per riempire la caldaia del ferro da stiro, questo potrebbe funzionare male perchè incrostata, metterci più tempo a scaldare l’acqua e avere i buchini per la fuoriuscita del vapore intasati.
Per disincrostarlo basterà lasciare nella caldaia una soluzione di acido citrico (15%). Se la situazione è grave, lasciare anche tutta la notte.
Poi si svuota la caldaia, si aggiunge un altro po’ di soluzione di acido citrico. Si accende il ferro per far uscire il vapore, fino ad esaurire la soluzione. In questo modo saranno decalcificati anche tutti i buchini e il tragitto fino la caldaia.
Se durante la manutenzione esce un liquido viscoso giallo/arancio è normale, è il calcare che è stato solubilizzato.
È importante pulire bene la piastra del ferro e la caldaia da questi residui, che altrimenti induriranno. E forse è necessaria un’altra passata di soluzione di acido citrico.
Si conclude la manutenzione, risciacquando la caldaia e riempiendola con acqua distillata.
Si riaccende il ferro per far passare il vapore di acqua pulita dai buchini ed essere certi che l’acido sia tutto esaurito.
E’ INDISPENSABILE risciacquare tutto e ripetere l’operazione con acqua demineralizzata, per essere certi che non rimanga citrico nell’elettrodomestico.

Articolo creato 55

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto