I cosmetici sostenibili esistono?

Nel tentativo di inquinare meno, sprecare meno risorse e condurre uno stile di vita a basso impatto ambientale, come ci possiamo regolare con i prodotti per l’igiene quotidiana?
Se ci pensiamo bene, la quantità di cosmetici che usiamo, è maggiore rispetto ai detersivi: ci laviamo denti e parti del corpo tutti e tutti i giorni (si spera!) consumando parecchio prodotto. Per non parlare di deodorante, crema, make up, ecc.
Mentre magari il pavimento o il bucato non si fa giornalmente. E comunque, anche se fosse, la lavatrice raccoglie gli indumenti di tutti i componeti della famiglia o di più giorni, con un’unica dose di detersivo.
Certamente ci sono formulazioni di shampoo, balsami e creme meno impattanti di altri, perchè appunto usano ingredienti maggiormente biodegradabili e non tossici per gli organismi acquatici.
Perchè allora non si producono SOLO cosmetici “amici” dell’ambiente?
Cosa prevede attualmente il Regolamento Cosmetici EU 1223/2009 in merito all’impatto ambientale?
Ne ho parlato in questo video tempo fa…

PS: attenzione ai prodotti solidi: molto comodi se si viaggia e certamente amici dell’ambiente per quanto riguarda la riduzione della plastica.
Ma a volte le loro formulazioni mi lasciano davvero perplessa: usano una quantità di grassi, burri eccessiva e di conseguenza i tensioattivi verranno sprecati inutilmente (non per lavare noi, ma impegnato con loro…).
Non tutti i detergenti solidi sono così, ma lo è la maggior parte, e la loro vocazione ecologica va a farsi friggere🙄

Articolo creato 95

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto