Pannolini lavabili

Approfitto di una domanda di un’utente del blog per parlare di come lavare ed igienizzare al meglio i pannolini lavabili (sia dei pupi che delle donne).
Innanzitutto la storiella che il sapone tipo marsiglia “cera” il tessuto dei pannolini non sta in piedi…il motivo è semplice: il sapone è solubile in acqua, come potrebbe cerare qualcosa? Mi viene sempre il dubbio che queste false notizie vengano messe in giro da chi vuole vendere il suo detersivo…
Certamente, lavare i pannolini soltanto con il sapone di marsiglia non va bene! Per il “contenuto” dei pannolini e per la parte del corpo a cui saranno destinati hanno bisogno di una bella igienizzata eh!
Quindi, nell’attesa di accantonarne una certa quantità per fare la lavatrice, PRETRATTATE le parti macchiate con sapone di marsiglia o un po’ di sapone piatti e date una spruzzata con candeggina delicata (non svenirete dalla puzza quando li metterete in lavatrice e aiuterà il lavaggio).
Ma poi vanno lavati MINIMO A 60 GRADI, con DETERSIVO IN POLVERE (più potente del liquido) e se necessario con l’aggiunta di PERCARBONATO igienizzante. I 60 gradi sono indispensabili.
Se avete le lavatrici moderne opterei anche per un DOPPIO RISCIACQUO. Per rendere il pH del pannolino più vicino alla nostra pelle, non dimenticatevi di mettere la soluzione di ACIDO CITRICO come ammorbidente. Ovviamente stendeteli al SOLE: la bilirubina contenuta nella pupù del pupo è fotolabile, quindi se dovessero uscire dalla lavatrice ancora macchiati, dopo il bagno di sole torneranno bianchi.
Per far durare più a lungo il pannolino, nella scelta del detersivo potreste verificare che NON ci sia l’enzima “cellulase”. Questa sostanza, efficacissima nel lavaggio, “consuma” però qualsiasi fibra naturale (come il bambù, il cotone, la seta ecc.) Prodotti come i pannolini, che vengono lavati molto spesso, subiranno di più questa perdita di tono e consistenza.
Infine, tanto per ricordare, aggiungere bicarbonato, oli essenziali, mais, ecc. non serve a nulla nel lavaggio dei pannolini.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Pannolini lavabili

  1. Simona scrive:

    la candeggina delicata la posso mettere anche in lavatrice

  2. Mammachimica scrive:

    grazie di aver condiviso la tua esperienza.
    Ma cmq un detersivo lo usavi immagino…magari liquido..
    Il detersivo in polvere va bene, è molto efficace, ma magari controlla solo che non ci sia la cellulase. Questo enzima potrebbe rovinare maggiormente i pl in bambù e anche in cotone (le fibre naturali). Quindi non è che non va bene l’ecolabel, è che li consuma un po’ prima..
    Per la dose vedi le istruzioni indicate dal produttore a seconda dell’acqua che hai e stai nella dose minore (poi vedi come va), come sempre mi raccomando doppio risciacquo se hai la lavatrice nuova)
    Ciao Sara

  3. Silvia scrive:

    Leggo con interesse la faccenda della bilirubina fotolabile, ci sono altre ‘macchie note’ che sono fotolabili?
    Grazie

  4. Lorenza scrive:

    Purtroppo nei gruppi su fb dedicati ai pannolini lavabili ormai è prassi lavare a 40 e raramente a 60. Il fatto è che tanti pannolini di cattiva qualità a 60 si rovinano… sono contenta di avere letto la tua opinione da persona formata in materia. Purtroppo queste mode vanno a discapito di chi produce pannolini lavabili costantemente a 60° che costano un po di più ma che hanno una qualità assolutamente differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto