SLES

SODIUM LAURETH SULFATE
E’ un tensioattivo anionico sintetico e, come lo SLS, diventa meno aggressivo se seguito da un tensioattivo anfotero o dalla glicerina. Contiene da 1 a 4 molecole di ossido di etilene cioè un derivato petrolifero, che può formare del diossano (molto pericoloso). I maggiori fabbricanti di questa sostanza sono a conoscenza del problema e fanno lavorare i loro impianti per ridurre al minimo questo fenomeno. Però lo SLES è perfettamente biodegradabile in tutte le condizioni quindi ha un impatto sull’ambiente minimo, per questo è classificato con il bollino giallo e non rosso. 
E’ una sostanza che è stata demonizzata ingiustamente in modo che non si parlasse di altre schifezze, quelle sì veramente pericolose.
Lo SLES peggiore è il “pareth”, il migliore è Coceth (si degrada più facilmente).
Per altre info c’è l’articolo “Inci” e potete consultare il database “EcoBioControl”

Articolo creato 55

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto