Siliconi

Nella lista ingredienti dei cosmetici tutte le parole che finiscono in -thicone oppure -siloxane sono dei siliconi, gli stessi che si usano come sigillante….
In natura non esistono
Sono prodotti di sintesi, cioè ottenuti in laboratorio. La loro caratteristica principale è che non reagiscono praticamente con nulla (questa è un’ottima caratteristica per la coppetta mestruale, che così durerà per anni, ma non per altre cose non riutilizzabili, che inquineranno). Sono inquinanti perché non biodegradabili in nessuna condizione nè aerobica nè anaerobica. 
Sono sostanze non dermocompatibili ma vengono molto usati nelle creme perché non lasciano la scia bianca e danno la “sensazione” di pelle liscia e piacevole al tatto. Però è solo una sensazione, non è la pelle che è morbida è il silicone che ha creato un film su di essa. Oltre ad “ingannare esteticamente” il consumatore e la sua pelle potrebbero anche essere nocivi per l’intero organismo. Infatti le analisi del sangue di ammalati di sensibilità chimica multipla ne rivelano la presenza (se in natura non esistono si può quindi supporre che derivino dalle creme ci si sono spalmati addosso…). Quindi la pericolosità per l’ambiente è certa, perchè appunto non sono biodegradabili, mentre per quanto riguarda le persone se ne sta parlando (forse è un caso, ma recentemente anche alcune protesi al silicone sono state bandite…). Possono essere facilmente sostituiti da sostanze vegetali, per es. il Caprylic/Capric triglyceride, che rendono la crema morbida, vellutata e spalmabile esattamente come il silicone sintetico ma sono dermocompatibili, biodegradabili ed a bassa tossicità per gli organismi acquatici.
Il silicone si trova anche in molti prodotti per capelli e probabilmente è il responsabile delle doppie punte. Il motivo è che avvolge il fusto del capello come una guaina. Poi, usando il phon, il capello si dilata per effetto del calore, ma trovandosi completamente avvolto dalla pellicola del silicone, ad un certo punto ’scoppia’ e si divide, creando la doppia punta.
Due siliconi chiamati Octamethylcyclotetrasiloxane e Decamethylcyclopentasiloxane sono oggetto di una modifica al Regolamento Europeo Cosmetici e quindi a partire dal 31 Gennaio 2020 saranno fuori legge, non potranno cioè più essere immessi in commercio cosmetici che li contengono. Il testo di legge è pubblicato nella GU in data 18-01-2018. Le due sostanze sono chiamate anche D4 e D5 e in etichetta si riconoscono immediatamente con questi nomi: CYCLOMETHICONE e CYCLOPENTASILOXANE.
I siliconi vengono usati anche come abbattitori di schiuma nei detersivi lavatrice.
Per altre info potete leggere l’articolo “Inci” o consultare il database “EcoBioControl”

Articolo creato 55

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto