Acqua ossigenata

Video: “Sbiancare e lavare i tessuti: come farlo davvero usando le cose giuste”

Video: “Detergente Smacchiatore Igienizzante (candeggina delicata) – sbiancare ed igienizzare a freddo”

È il nome comunemente usato per il Perossido di Idrogeno (H2O2), un liquido trasparente e miscibile in acqua in tutte le proporzioni.
L’ acqua ossigenata è una sostanza ossidante che igienizza e sbianca.
Si decompone solo in acqua ed ossigeno, quindi non è inquinante, non lascia residui ed è molto efficace.
Si trova in commercio a diverse concentrazioni (volumi): a 10 v è un ottimo disinfettante per le ferite; a 130 v serve per sverniciare il legno ed è la base per detergenti igienizzanti ecologici (la Candeggina Delicata, a circa 26volumi).
Attualmente si può acquistare senza licenza a concentrazioni più basse, di solito a 34v (10%).
ATTENZIONE anche a 34v, come 130v, è una concentrazione è MOLTO IRRITANTE per la pelle e le mucose.
MANEGGIATELA CON GUANTI E OCCHIALI.
Non usate contenitori o utensili metallici.
Teme il caldo e gli urti e la luce. Se viene a contatto con sostanze basiche (es. soda solvay, bicarbonato di sodio) o sostanze organiche si decompone molto velocemente producendo ossigeno.
Precisazione: ci sono dei ceppi batterici (i cocchi in particolare) che contengono nella loro membrana una perossidasi e quindi verrebbero nutriti dall’ossigenata invece che essere uccisi! Ma questo avviene a concentrazioni molto molto basse di acqua ossigenata, con le percentuali della candeggina gentile (26v/7%) si può stare tranquilli. Consideriamo anche che un ottimo disinfettante per ferite è proprio l’acqua ossigenata, che ci vende la farmacia ed è «solo» al 3% ovvero 10 volumi. Quindi, a differenza dell’ipoclorito (che fa piazza pulita di tutto ciò che incontra), la concentrazione dell’acqua ossigenata è fondamentale. Nel caso la si usi a circa 40 volumi, per le muffe sul muro, potete stare tranquilli che grazie al suo potere ossidante elimina muffa, spore (così non si riforma) e lo sbianca pure il muro!
Inoltre, l’aggiunta di un po’ di soda solvay (per esempio al bucato in ammollo con candeggina delicata) farà sprigionare tutto l’ossigeno velocemente e bruciare tutto, batteri o virus.
Per altre info potete leggere gli articoli “Acqua ossigenata e Percarbonato di sodio”

Articolo creato 55

4 commenti su “Acqua ossigenata

  1. Buongiorno mammachimica, scusa per le continue domande.. ho trovato questa ricetta di Fabrizio Zago per la realizzazione della candeggina delicata con acqua ossigenata al 12%..
    450 ml di acqua ossigenata al 12%
    525 ml di acqua distillata
    20 grammi di un normale detersivo per i piatti (meglio ecologico)
    2 cucchiaini di acido citrico per stabilizzare
    Mi chiedevo se è più “potente” rispetto a quella che proponi utilizzando a.o. al 7%.. nel senso che magari rischio di rovinare i capi con quella al 12%..
    Questa candeggina, a prescindere dai volumi dell’a.o.,posso utilizzarla per pulire il box doccia con profili in alluminio?
    Grazie mille e scusa per il disturbo..

    1. se sei partita da ossigenata al 12% e poi hai aggiunto acqua è ovvio che l’hai diluita…non hai più ossigenata al 12% ma appunto al 7% (la concentrazione della candeggina delicata, che io facevo partendo da quella al 35%).
      Occhio all’alluminio con le sostanze acide e anche quelle basiche. Fai una prova (credo sia alluminio trattato).
      Ciao Sara

  2. Ciao, mi sono convertita solo orecentemente al fai da te per i detersivi, giusto giusto dopo il nuovo provvedimento… Al momento, l’unica opzione sostenibile anche economicamente è acquistarla online al 10%, che dovrebbero essere 34-36 volumi. La uso come candeggina delicata, perciò vorrei chiederti come posso fare i calcoli per portarla al 7%.
    Ti ringrazio molto, buona giornata!

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto