Sale per lavastoviglie

Qui il video “Il Sale per Lavastoviglie”

Il sale è fondamentale per mantenere in buono stato la lavastoviglie e farla lavorare al meglio.
Infatti, la funzione è anticalcare non viene effettuata dal brillantante, ma dall’ADDOLCITORE inserito nell’elettrodomestico che necessita periodicamente il reintegro del sale, che è quindi OBBLIGATORIO (soprattutto con acque dure!).
Nella lavastoviglie c’è un filtro a scambio ionico (addolcitore) che serve a ridurre la durezza dell’acqua e favorire così il lavaggio delle stoviglie. Con il passaggio dell’acqua, le resine saranno piene di calcio e di magnesio. Occorre utilizzare il sale (cloruro di sodio), proprio per fare lo scambio ionico tra calcio/magnesio e sodio e rigenerare l’addolcitore.
A questo proposito è consigliato utilizzare sale iperpuro (come il salgemma, o quello ottenuto per bollitura o quello apposito per lavastoviglie) per garantire una maggior vita all’elettrodomestico, soprattutto in zone di acqua dura. Il sale marino (quello da cucina) può contenere, oltre che cloruro di sodio anche piccole impurezze di conchiglie, sabbia, terra ecc. Se il filtro riceve sabbia e frammenti di conchiglie finisce per intasarsi e non svolgere più la sua funzione.
Le stoviglie potrebbero uscire opache ed i bicchieri “color latte”.

Articolo creato 55

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto